Cos’è l’effetto yo-yo e come evitarlo

Se vuoi perdere peso devi assolutamente evitare l’effetto yo-yo. Prendi il controllo del tuo corpo per sempre e goditi i chili persi a lungo termine.

 

L’effetto yo-yo è un termine coniato per la prima volta da un accademico della Yale University per descrivere un'esperienza che moltissime persone che cercano di perdere peso da tanti anni hanno sperimentato, spesso con sentimenti di frustrazione. Hai passato anni a cercare di perdere peso, ma poi hai inevitabilmente finito per rimetterlo su di nuovo per poi ricominciare tutto da capo? Allora saprai come ci si sente. Uno studio ha dimostrato come ci siano soggetti più predisposti di altri a perdere peso per poi rimetterlo su con gli interessi. Questo oltre che essere estremamente frustrante e demotivante è anche molto deleterio per il corpo, che deve ogni volta adattarsi ai cambiamenti che un cambio di peso comporta, dall’introito calorico fino all’aumento della massa grassa che stressa continuamente la pelle e gli organi interni.

 

Cosa puoi fare per eliminare l’effetto yo-yo

Il modo migliore per evitare questo continuo susseguirsi di cicli, caratteristico nelle diete yo-yo, è quello di perdere peso lentamente e soprattutto in modo sostenibile. Non lasciarti tentare dal seguire diete alla moda che promettono di perdere molti chili in pochissimo tempo, e se decidi di usare bruciagrassi e frullati sostitutivi, inseriscili in una dieta ipocalorica controllata. Le diete drastiche possono portare a una grande perdita di peso, ma è improbabile che durino a lungo: ad un certo punto il corpo reagisce adattandosi all’eccessivo deficit calorico (quindi non si perde più peso) oppure richiedendo fortemente cibo con conseguenti episodi di abbuffate che diventeranno sempre più frequenti e porteranno ad un inevitabile risalita dell’ago della bilancia.

 

Qual è il modo migliore per perdere peso?

Il modo migliore per perdere peso è quello di cambiare radicalmente le abitudini che sono la causa principale della perdita di peso. Educati sul mantenere un deficit calorico sostenibile, non pensare solo a mangiare ma soprattutto a nutrirti, scegliendo quindi alimenti ricchi di vitamine, Sali minerali e componenti nutritive importanti quali proteine, carboidrati e grassi buoni, puntando quindi sempre su scelte alimentari sane. Impara di quanto cibo ha bisogno il tuo corpo veramente e evita di “mangiare con gli occhi” sovrastimando o sottostimando eccessivamente le tue porzioni. Progetta un piano alimentare che pensi ti possa piacere così sarai sicuro di volerlo seguire a lungo anche quando ti capiterà di sgarrare. Va benissimo perdere peso velocemente. Ma devi pensare a come mangerai il mese prossimo, l'anno prossimo e tra 10 anni.

 

Perdere peso in modo lento e costante è sempre meglio di dover affrontare gli alti e bassi della dieta yo-yo, sia fisici ma soprattutto psicologici. Sii paziente. Immagina come potrai essere diverso tra 6 mesi e lavora per raggiungere questo obiettivo. Alcune persone hanno passato decenni seguendo diete che hanno portato solo a repentini cali e aumenti di peso e molte di loro si sono ritrovate più pesanti e più grassi di quando hanno iniziato la dieta. Tutto ciò non fa bene al tuo corpo, alla tua mente o alle tue emozioni. Imparando a mangiare bene puoi raggiungere i tuoi obiettivi e sperimentare la felicità e la libertà di non dover mai più iniziare una nuova dieta.

I migliori alimenti per il mal di testa

Non hai un antidolorifico a portata di mano quando senti un mal di testa in arrivo? Finché sei vicino a una cucina ben fornita, puoi stare tranquillo. Quello che la maggior parte delle persone non capisce è che ci sono molti rimedi naturali per il mal di testa che puoi trovare nella tua dispensa. Proprio così! I migliori cibi per il mal di testa possono effettivamente prevenire l'insorgere del mal di testa.

Qui, diamo un'occhiata agli alimenti supportati da prove scientifiche che possono prevenire e alleviare il dolore del mal di testa.

 

Patata russa

Strano, ma vero: bocca secca = mal di testa debilitante. Sì, è vero, una delle cause principali del mal di testa è la disidratazione. E spesso, quando il tuo corpo ha bisogno di acqua, ha anche bisogno di elettroliti come il potassio. Una volta che hai dato al tuo corpo le sostanze nutritive di cui ha bisogno, il dolore probabilmente si attenuerà. Quindi, la prossima volta che sentite un mal di testa in arrivo, cuocete una patata russa e godetevela con tutta la buccia! Una patata grande contiene più di tre volte la quantità di potassio di una banana (che è spesso considerata la fonte più potente). E poiché una patata è composta per circa il 75% di acqua, è anche molto idratante!

 

Cetriolo

Composto dal 97% di acqua, il potente cetriolo è un'altra verdura che può aiutarti a rimanere idratato e senza mal di testa. Affettane un po' e gustalo con l'hummus o combinalo con pomodori, cipolla rossa, olio d'oliva, aceto di vino rosso, origano e pepe nero per una semplice insalata estiva.

 

Ciliegie

Se sei incline ad avere mal di testa in un certo momento della giornata o dopo una certa attività (come l'uso eccessivo del computer), allontana il dolore sgranocchiando alcune ciliegie. Non solo i frutti rossi e vibranti forniscono al tuo corpo un po' di H2O per tenere lontano il dolore legato alla disidratazione, ma contengono anche composti che si convertono in ossido nitrico nel sangue, un gas naturale che può aiutare a proteggere da cefalee da tensione ed emicranie. Anche la barbabietola e il suo succo avranno lo stesso effetto.

 

Cereali integrali fortificati

Secondo la U.S. National Library of Medicine, consumare quantità adeguate di riboflavina (vitamina B2) può aiutare a tenere a bada le emicranie. Per fortuna la maggior parte dei cereali sono fortificati con questo nutriente, quindi è super facile introdurlo nella tua dieta quotidiana. Wheaties, Fiber One e All Bran sono tutti approvati da Eat This e traboccano di questo nutriente calmante. Sei curioso di sapere quali cereali evitare? Guarda il nostro rapporto speciale sui cereali per la colazione più malsani.

 

Peperoni piccanti

Se i tuoi mal di testa tendono a tenerti in disparte per ore, potresti prendere in considerazione di sgranocchiare qualche boccone piccante per accelerare il processo di recupero – se il dolore deriva dalla congestione, almeno. Se il mal di testa è dovuto alla congestione del seno, i cibi piccanti possono aiutare a diminuire la pressione e ad aprire le vie respiratorie, il che aiuta a diminuire il dolore, spiega la dietista registrata Erin Palinski-Wade. Sei interessato a fare un tentativo? Aggiungete un po' di salsa piccante o di peperoncino a una frittata o a un burrito fatto in casa, o provate uno di questi modi creativi di mangiare la salsa piccante.

 

Semi di zucca

Il magnesio, che si trova in abbondanza nei semi di zucca, nelle noci del Brasile e nelle mandorle, può allontanare il dolore alla testa rilassando i vasi sanguigni. (Solo una mezza tazza di semi di zucca fornisce quasi il 100% del tuo fabbisogno giornaliero di magnesio). Altri fatti divertenti sul nutriente essenziale: Il magnesio è responsabile di oltre 300 reazioni biochimiche nel corpo, comprese le funzioni cerebrali e muscolari. Ignorate il bisogno del vostro corpo e non vi ritroverete solo con il mal di testa. Anche i dolori muscolari e l'affaticamento generale sono indicatori comuni del fatto che non stai ricevendo abbastanza di questo nutriente nella tua vita.

 

Farina d'avena e riso integrale

Anche se avere mal di testa di tanto in tanto è normale, averli ogni giorno dopo aver intrapreso un piano di perdita di peso a basso contenuto di carboidrati è un segno che potresti aver esagerato. "I carboidrati non richiedono alcuna elaborazione aggiuntiva per produrre glucosio, quindi mantengono i livelli di zucchero nel sangue in modo abbastanza efficace", dice la dietista registrata Isabel Smith. "Tuttavia, quando non si mangiano abbastanza carboidrati, i livelli di zucchero nel sangue possono abbassarsi e causare mal di testa". Incorporare alcuni prodotti ricchi di carboidrati e acqua come mele, pere e carote per mantenere i chili persi, evitando i mal di testa.

La frutta più ricca in proteine

È un'idea errata che si crede comunemente che il contenuto di proteine si possa trovare solo in fonti non vegetali. Le proteine sono chiamate i mattoni della vita. Mentre cerchiamo proteine soprattutto in fonti animali, ci sono anche alcuni frutti che sono una buona fonte di proteine, anche se tendono a fornire meno di altre fonti come la carne, i semi, le noci e le verdure. L'attuale valore giornaliero raccomandato di proteine è di 50 grammi al giorno. Una dieta ad alto contenuto proteico può aiutare a costruire la massa muscolare magra, contribuire all'aumento del metabolismo e anche migliorare l'immunità.

La frutta è uno dei modi più semplici per modificare la propria dieta per soddisfare il proprio fabbisogno proteico. Ciò che è più vantaggioso è che il contenuto di carboidrati presenti in questi frutti può anche aiutare a fornire energia e aiutare la sintesi proteica, che può essere poi efficacemente utilizzata per la riparazione muscolare, la crescita, la formazione e l'equilibrio.

Includere alcuni frutti, come bacche, albicocche, guaiave e prugne secche come parte del vostro piano dietetico ad alto contenuto proteico non è una cattiva idea. Leggete qui sotto per saperne di più.

 

Prugne

Le prugne secche ti aiutano a colmare la mancanza di proteine nel tuo corpo. Sono una fonte di energia di antiossidanti che combattono il cancro e di fibre, che aiutano a mantenere il peso e a tenere sotto controllo la pressione sanguigna. Sono anche benefiche per la salute delle ossa e della pelle. 100 grammi di prugne secche contengono 2,20 grammi di proteine.

 

Pesche

Le pesche portano in tavola molto di più del loro contenuto proteico. Una ricca fonte di beta-carotene, le pesche aiutano ad aumentare anche l'immunità e la vista. Sono anche una buona fonte di fibre, che aiuta a mantenere sano l'apparato digerente. Una tazza di pesche contiene 1,5 grammi di proteine.

 

Arance

Non solo vitamina C, le arance succose sono un'ottima frutta ricca di proteine su cui fare uno spuntino. Una porzione da 100 g di arance serve 0,9 g di proteine. In media, le arance sane possono fornire fino a 2g di proteine regolarmente. Poiché ha anche un alto contenuto di vitamina C e ha un punteggio relativamente buono su altri profili nutrizionali, può anche aiutare nella sintesi proteica e aumentare il vostro sistema immunitario. Assicuratevi di averle in abbondanza quando sono di stagione – il succo o la frutta cruda!

 

Cantaloupo

I cantalupo sono una specie di melone. Ricco di vitamine A, B, K e minerali, ha anche un contenuto proteico sano. Una porzione di 1 tazza di melone può fornire ovunque tra 0,8-1,5 grammi di proteine. Anche i semi presenti nella frutta sono ricchi di energia e possono essere aggiunti alle insalate e ai frullati per aggiungere una sana dose di sostanze nutritive ai vostri pasti.

 

Ciliegie (Secche)

A chi non piace mangiare le ciliegie? Ora c'è un altro motivo per mangiarle, senza sensi di colpa. A parte l'alto contenuto di antiossidanti nei minuscoli frutti rossi, le ciliegie sono ricche di proteine. Infatti, le ciliegie essiccate sono uno dei migliori frutti ad alto contenuto proteico su cui mettere le mani. Anche le quantità più piccole si confezionano in un sacco di bontà – circa 1,00 grammi per 1/4 di tazza di porzione.

 

Kiwi

Oltre a fornire una sana dose di proteine, i kiwi hanno una miriade di benefici per la salute da offrire che potreste non conoscere. 100 grammi di porzione di kiwi ha 61 calorie con 1,14 grammi di proteine con quasi il doppio della vostra vitamina C quotidiana.

 

Fichi

Con 0,8 grammi di proteine per 100 grammi, i fichi sono un classico frutto ricco di proteine. I fichi sono freschi o secchi. I fichi secchi forniscono più proteine per grammo, ma sono anche più ricchi di zucchero. Sono un'eccellente fonte di fibre, che vi aiuterà a sentirvi sazi e a tenere a bada le vostre voglie.

 

More

Le bacche sono tra gli alimenti più sani del pianeta. Una porzione di una tazza di more contiene due grammi di proteine, Essi contengono anche 7,6 grammi di fibre e un sacco di vitamine, minerali e antiossidanti, come la vitamina C, antociani, ferro, calcio, magnesio, vitamina A, potassio, vitamina E, vitamina K e folato sono piccoli razzi tascabili.

 

Jackfruit

Jackfruit è anche ricco di proteine. Contiene anche quantità significative di fibre alimentari, vitamina A, vitamina C e molti antiossidanti diversi. Grazie all'abbondanza di fibre in jackfruit, aiuta a mantenersi sazi a lungo. Contiene quasi 3 grammi di proteine per tazza.

 

Top 7 alimenti ad alto contenuto di potassio

Il potassio è un nutriente importante per molti processi corporei. Le banane sono una nota fonte di potassio, ma molti altri alimenti contengono altrettanto – se non di più – di questo nutriente. Si tratta di un un elettrolita regola i livelli di liquidi e di sangue nel corpo. Molti frutti e verdure sono eccellenti fonti di potassio. Anche la carne, il latte, lo yogurt e le noci sono buone fonti. Secondo i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), una dieta ricca di potassio e povera di sodio – un elettrolita nel sale da cucina e negli alimenti trasformati – può abbassare la pressione sanguigna e ridurre il rischio di malattie cardiache e ictus.

L’assunzione raccomandata di potassio per gli adulti è attualmente di 3.400 milligrammi (mg) al giorno per gli uomini e 2.600 mg per le donne. In questo articolo, diamo un’occhiata ad altri cibi che si sono rivelati essere buone fonti di potassio. Continua a leggere Top 7 alimenti ad alto contenuto di potassio

Alga Klamath Super Fit per perdere peso: ingredienti, recensioni e dove acquistarlo

Indice dell’articolo

La perdita di peso può diventare un percorso a ostacoli se non si riesce a concretizzare gli sforzi fatti con la dieta e l’allenamento. Un aiuto arriva direttamente da Alga Klamath Super Fit!

Perdere peso è importante per stare bene, allontanare alcune patologie gravi e sfoggiare una silhouette bellissima. In più l’impatto a livello psicologico aiuta a sentirsi sempre all’altezza delle situazioni.

Eppure non è sempre facile portare a casa il risultato. Il dimagrimento può essere ostacolato dal senso di fame nervoso, dal metabolismo lento e dalle piccole concessioni che si fanno a tavola. Continua a leggere Alga Klamath Super Fit per perdere peso: ingredienti, recensioni e dove acquistarlo

10 rimedi naturali contro il raffreddore che funzionano davvero

Con l’arrivo dell’inverno, le difese immunitarie iniziano ad indebolirsi e questo comporta molti sintomi influenzali, tra cui il raffreddore, la tosse o il mal di gola.

La natura però ci mette a disposizione molti elementi che combinati possono dare vita ad un vero e proprio rimedio contro tutti questi sintomi fastidiosi. Inoltre danno una mano a sconfiggere la stanchezza e a riprendere in modo più rapido la vita di tutti i giorni.

Secondo alcuni esperti anche la prevenzione del raffreddore è importante, per cui molti dei rimedi naturali possono essere utilizzati anche per prevenire la comparsa si sintomi influenzali. Continua a leggere 10 rimedi naturali contro il raffreddore che funzionano davvero